Epilazione con filo Arabo o pasta di zucchero

Epilazione con filo Arabo

EPILAZIONE TRADIZIONALE O “FILO ARABO & PASTA DI ZUCCHERO”

CHI BELLA DEVE APPARIRE UN PO’ DEVE SOFFRIRE…. MA NOI DICIAMO BASTA!!

Quante volte ci siamo sentite dire questa frase? Credo che la risposta per tutte noi sia TROPPE! Puntualmente questo proverbio ci torna in mente nei momenti più dolorosi per farci coraggio come nel caso dell’epilazione al viso.. Ma siamo sincere, quante di voi desidera ogni giorno essere bella senza soffrire?

Proprio per questo mi sono informata sul metodo più indolore per epilare il viso e la soluzione è PASTA DI ZUCCHERO e FILO ARABO

La Pasta di zucchero nacque in antichità dalle donne orientali, veniva utilizzata come un vero e proprio trattamento al viso idratante. Hai tempi di Cleopatra già la utilizzavano anche per eliminare i peletti del viso.

La pasta di zucchero è un composto naturale a base di zucchero, acqua e limone, è molto simile a una resina, si utilizza manualmente a temperatura ambiente eliminando così il fastidio di applicare su una zona delicata una cera troppo calda, inoltre questa tecnica sfila il pelo in maniera tale che non rischia di spezzarsi.

Filo Arabo anch’esso nacque in oriente molti anni fa, come unica epilazione al viso, pian piano sta iniziando a diffondersi anche nei paesi europei soprattutto per il brow studio delle sopracciglia

Il filo arabo è una tecnica molto delicata perfetta per una strategia anti-age, particolarmente adatta per le zone più sensibili. A differenza della cera tradizionale o delle pinzette, il filo arabo ha una precisione tale da estirpare anche i peli più sottili e sfilandoli direttamente dalla radice permette di lasciare la pelle liscia e pulita. La classica epilazione della cera inoltre strappa il pelo, non lo sfila, così facendo si rischi di provocare un trauma nella pelle che può dar luogo a inestetismi a volte difficile da correggere.

 

Forse potrebbe interessarti il nostro articolo sulle “Sopracciglia dalla forma Perfetta”

Se ti è piaciuto questo articolo scrivilo sui commenti oppure metti un “Like” sulla nostra pagina FaceBook

 

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *